Articoli

Per Handmade Supernova è uscito il nuovo album di Lino Strangis dal titolo “Godless Ritual Music”

Alessia
Scritto da Alessia

GPer Handmade Supernova è uscito il nuovo album di Lino Strangis dal titolo Godless Ritual Music.

Una tracklist di 6 brani di musica elettronica sperimentale di tipo strumentale stampati su vinile in una limitata serie di 200 copie di cui 170 standard e 30 copie Deluxe. La proposta musicale, realizzata con un approccio ormai tipico per la produzione musicale di Strangis, consiste in una selezione di frammenti (a opera dell’artista) da una serie di sessioni di improvvisazione da egli stesso performate con differenti set di sintetizzatori durante i primi mesi del lockdown 2020. Per l’occasione Strangis (che, in quanto artista poliedrico in molte occasioni ha curato personalmente le sue edizioni in ogni aspetto) ha scelto l’artista Pasquale De Sensi (tra le altre cose plurivincitore del premio BEST ART VINYL ITALIA) per realizzare la copertina e collaborare al design del packaging.

Il concept si chiarisce già nel titolo che si riferisce ad una ricerca che intende ritrovare una qualche forma  di “uso rituale” dell’esperienza musicale ma in un contesto libero da speculazioni teologiche (che l’artista definisce come sacro alla laicità) e soprattutto riscoperto con strumenti, sonorità e finalità estetiche differenti in quanto peculiari della contemporaneità. I brani, che portano la musica elettronica a cedere molta della sua abituale definizione per sconfinare nel noise, uniscono influenze molto differenti: dalla musica di K. Schulze al punk passando per venature di musiche tribali e tradizionali, indiane e dell’estremo oriente, il tutto in un mix che non dimentica di ricordare chiare provenienze rock-metal e poi, molta psichedelia.

Handmade Supernova, etichetta discografica indipendente, è stata fondata nel 2018 da C.A.R.M.A. – Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate di Roma nei suoi primi anni di vita ha pubblicato alcune tra le più interessanti proposte italiane per quanto riguarda la ricerca musicale di tipo sperimentale e fin dall’inizio si è caratterizzata per le sue produzioni fisiche in tirature limitate fatte a mano. L’etichetta è anche legata al festival Shamans of digital era la cui seconda edizione (2019) si è tenuta presso MACRO- Museo di Arte Contemporanea di Roma.  

Lino Strangis | Godless Ritual Music     

Lino Strangis è da anni impegnato soprattutto nel campo della videoarte e delle installazioni multimediali come arte contemporanea e dall’inizio produce musica per le sue opere e quelle di altri autori ma anche per spettacoli teatrali e film cinematografici. Da qualche anno è fervida la
sua attività live in cui si è specializzato nell’improvvisazione di musica elettronica sperimentale in relazione con video di ricerca realizzzati anche in amimazione 2 e 3D oltre che con delle realtà virtuali metaforiche che l’artista e musicista produce personalmente. I suoi album sono concept frutto di varie sessioni di improvvisazione selezionati in base al tipo di ricerca sonora e metaforica che intendono approfondire. Nel corso degli anni questo artista ha sperimentato in molteplici direzioni e ultimamente è dedicato a una fusione di musica elettronica che sconfina nel noise in chiave ambient psichedelico (in un mix che richiama provenienze rock-metal a cui unisce influenze molto differenti: dalla musica di K. Schulze al punk passando per venature di musiche tribali e tradizionali, indiane e dell’estremo oriente) come alchimia per provare a proporre una musica contemporanea che “pur essendo coraggiosa e libera nella realizzazione riesca ad essere coinvolgente e affascinante come esperienza sensoriale e semplicemente di ascolto”.
È un artista multimediale (videoarte, videoinstallazioni e videosculture, realtà virtuali, performance intermediali, sculture 3D, video-scenografie, sound art) musicista sperimentale e regista.

Dal 2005 partecipa a numerosi festival, mostre e rassegne storiche internazionali in Italia e all’estero (Ars Electronica, Biennale del Mediterraneo, Videoformes, City Sonic, Proyector, Athens Videoart
Festival, Invideo, …) e tiene diverse esposizioni personali e collettive in gallerie private e prestigiosi musei tra cui MACRO (Roma), MAXXI (Roma), Museo Pecci (Prato), Fabbrica del Vapore (Milano), Museo Riso (Palermo), MAUTO (Torino), PAN (Napoli), Museo del Risorgimento (Torino), GAMC (Viareggio), White Box Museum of Art (Pechino), muBA (S.Paulo), Torrance Art Museum (Los Angeles). Le sue opere sono state esposte al fianco di quelle di artisti come Nam June Paik, Bill Viola, Robert Cahen, Studio Azzurro, Miao Xiaochun, Steina e Woody Vasulka.

Credits:

Performed and produced by Lino Strangis

Mastering Filippo Torre

Artwork Pasquale De Sensi

Graphic layout: Rotofiltermetic Studio

Recorded at Strange Phenomena Studio by C.A.R.M.A.

Distributed by Handmade Supernova

Video-clip sperimentale realizzato dall’artista per la prima traccia dell’album  https://youtu.be/k3t0navmSgs

Il creautore

Alessia

Alessia

Veneta di nascita (ma vivo a Roma da 10 anni), sono appassionata, abbastanza in questo ordine, di: Steve Jobs, tutto Beatles, Al Pacino, Emma Stone e, da poco, anche di Bruno Mars. Naturalmente amo da morire scrivere, e osservare. Sono curiosa dei nuovi linguaggi contemporanei, in tutte le verie forme.

Loading Facebook Comments ...