Articoli

I 7 trends del 2015 del marketing mobile

Trends Marketing Mobile

Il 2015 è appena iniziato, ma seguendo i dati del 2014 emergono 7 trend che nessun marketeer che opera nella pubblicità digitale può ignorare per sviluppare il proprio business e incrementare il proprio ROI.

Il 2015 è appena iniziato, ma seguendo i dati del 2014 emergono 7 trends che nessun marketeer che opera nella pubblicità digitale può ignorare per sviluppare il proprio business e incrementare il proprio ROI.
Vediamo nel dettaglio quali sono i 7 trend del marketing mobile che rivoluzioneranno il mercato mondiale e italiano.

  • Il native advertising conquisterà maggiore spazio

Il native advertising è emerso nel 2014 e nel 2015 conquisterà ulteriormente spazio, questo perché il native advertising è meno invadente e assicura un maggiore engagement dell’utente rispetto ad altre strategie pubblicitarie. Le agenzie pubblicitarie e i marketeer investiranno un budget maggiore in questo formato pubblicitario che imita la struttura e le funzioni della piattaforma che lo ospita, riuscendo ad aumentare il numero di clic e ottenendo un migliore ritorno sull’investimento.
Sono due i formati del native advertising maggiormente in voga oggi:
native interstitial: le pubblicità che appaiono durante le applicazioni e che riprendono lo stile dell’app;
native content ads: una pubblicità che si mescola e si fonde con i contenuti dell’applicazione, aggiungendo valore ai contenuti stessi dell’app.

  • Le tecnologie indossabili diventeranno il 5° schermo

Accessori come Google Glass, Samsung Salaxy Gear e l’ultimo arrivato di casa Apple, iWatch aumenteranno l’utilizzo e l’interesse per queste nuove tecnologie.
Gli utenti faranno affidamento su di esse e sulle informazioni estremamente personalizzate che genereranno, un’opportunità per i brand per comprendere meglio i propri consumatori e offrire una pubblicità sempre più ad hoc per il singolo consumatore.

  • Programmatic advertising diventerà la pubblicità più utilizzata

Secondo uno studio realizzato da IDC, le aziende spenderanno quasi 15 bilioni di dollari nel 2015 e oltre 38 nel 2016 in programmatic advertising. La spesa pubblicitaria in programmatic sarà maggiore della somma investita nella pubblicità sui mezzi tradizionali come televisione, radio e stampa. Grazie alla programmatic advertising i marketeer potranno risparmiare tempo prezioso realizzando campagne automatizzate.

  • Localizzazione e big data

 Le tecnologie di geo-localizzazione e geo-tagging saranno utilizzate nel 2015 con maggiore frequenza, rispetto al 2014, da parte delle aziende.
Quest’anno i brand utilizzeranno le informazioni ottenute grazie alla geo-localizzazione per sviluppare contenuti rilevanti e integrati a livello contestuale e scoprire quali location e segmenti di utenti rispondono meglio alla campagna pubblicitaria.

  • iBeacon e mappature spaziali rivoluzioneranno per sempre le modalità di shopping e fruizione dell’arte

La tecnologia basata sui Beacon (fari), la grande rivoluzione nel settore del mobile shopping e nei pagamenti, colmerà finalmente il gap tra la location fisica e l’esperienza digitale.
Quest’anno il sistema dei Beacon rivoluzionerà totalmente molti segmenti di mercato, come la gestione degli eventi, le mostre artistiche, la pubblicità, i ristoranti e shopping.
I Beacon, grazie alle mappature dello spazio all’interno dello store o dei musei, potranno offrire una comunicazione specifica all’utente che si trova all’interno di un determinato spazio, inviando loro offerte specifiche o fornendo maggiori informazioni sull’opera d’arte o sull’oggetto che stanno guardando.

  • I video diventeranno fondamentali

Nel 2015 la pubblicità video sugli smartphone continuerà ad avere un’importanza fondamentale.
Grazie alla pubblicità video, con un investimento tutto sommato ridotto e con un formato molto comune, i brand possono comunicare ai propri consumatori i loro valori, le loro offerte e garantirsi un alto engagement. Tra il 2013 e il 2018 la pubblicità video farà registrare un aumento degli investimenti pari al 78% per anno, valore secondo solamente alla pubblicità display sugli smartphone.

  • I pagamenti mobile diventeranno un sistema di pagamento convenzionale

Nel 2015 i pagamenti mobile saranno più sicuri e facili. Lo sviluppo della tecnologia NFC, il desiderio da parte delle aziende di ottenere maggiori informazioni sugli utenti che utilizzano il sistema di pagamento mobile, in modo da poter offrire un’esperienza di acquisto sempre più personalizzata e la possibilità per gli utenti di ottenere sconti e promozioni, faranno incrementare il numero delle transazioni effettuate tramite mobile.

La strada del marketing mobile è ormai tracciata, quali saranno le aziende italiane in grado di sfruttarlo meglio e riuscire così a incrementare il proprio engagement e ROI sfruttando la differenziazione con le altre compagnie?

Il creautore

Redazione Vivicreativo

Redazione Vivicreativo

Loading Facebook Comments ...