The Fork: l’app di Trip Advisor per prenotare i ristoranti

About the Author: Redazione ViviCreativo

Published On: 7 Luglio 2015

Tempo stimato per la lettura: 2,9 minuti

Ho scoperto, mea culpa!, solamente un paio di giorni fa l’app The Fork, l’applicazione di Trip Advisor per prenotare i ristoranti in Italia.

The Fork è stata lanciata qualche mese fa e può contare sul vastissimo database di ristoranti delle start-up retsOpolis e MyTable.it, trovandosi quindi molto avvantaggiata perché può già partire da un ottimo numero di affiliazioni di locali alle due precedenti piattaforme. Ad oggi sono oltre 5000 i ristoranti e i luoghi di ristoro prenotabili su The Fork.

Come funziona The Fork

Per gli utenti il servizio di The Fork è totalmente gratuito, mentre per quanto riguarda i ristoratori che vogliono iscriversi alla piattaforma è previsto una fee di ingresso per l’affiliazione. Naturalmente The Fork sarà collegato direttamente a Trip Advisor, in modo da permettere all’utente di prenotare anche sul celebre sito di recensioni.

Su The Fork gli utenti potranno cercare direttamente i ristoranti disponibili nella zona e prenotare con un clic dal proprio smarthpone, basterà inserire la zona di ricerca (o attivare il gps), selezionare la struttura, scegliere l’orario di prenotazione, aspettare la mail di conferma e andare direttamente al ristorante.

Gli utenti possono scegliere il ristorante in base al prezzo, alla disponibilità e alla tipologia di cucina. Inoltre hanno la possibilità di consultare le recensioni di chi ha già mangiato al ristorante scelto: queste recensioni sono ancora più affidabili rispetto a quelle di Trip Advisor, in quanto solamente chi ha effettivamente utilizzato il servizio, cioè prenotato e mangiato al ristorante, può lasciare una recensione. Sulla piattaforma sono inoltre mostrati i nomi e i prezzi di alcuni dei piatti migliori del menù, le foto della struttura e dei piatti e la spesa media per persona.

Altro punto di forza di The Fork sono gli sconti e la possibilità di accumulare punti per ulteriori riduzioni di prezzo o per partecipare a eventi esclusivi. Ad oggi, per esempio, quasi tutti i ristoranti prenotabili a Roma offrono uno sconto dal 20 al 30%, con punte che possono arrivare fino al 50% nel caso di strutture che hanno aderito al programma The Fork Summer.

Per ogni azione effettuata sulla piattaforma, infine, vi è la possibilità di accumulare punti da convertire in ulteriori sconti nei ristoranti: 1000 Yums (punti fedeltà) equivalgono a uno sconto di 20 euro e 2000 Yums equivalgono a 50 euro di sconto. Per esempio la prenotazione di un ristorante “regala” all’utente 100 Yums.

Lo sconto di The Fork viene applicato direttamente in cassa, senza dover mostrare alcun coupon, un modo innovativo e comodo per risparmiare per gli utenti e una nuova possibilità per i ristoratori per raggiungere persone che non sono riusciti a intercettare finora con la loro proposta commerciale.

Che altro dire? Stasera testerò il servizio per la prima volta (ho prenotato un ristorante) e vi farò sapere, le premesse, però, sono finora ottime.

Articoli recenti

condividi su

Hermann Nitsch in mostra a Palermo tra le polemiche
#DontMancriminate Campaign#DontMancriminate, contro la discriminazione del maschio
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

The Fork: l’app di Trip Advisor per prenotare i ristoranti

Published On: 7 Luglio 2015

About the Author: Redazione ViviCreativo

Tempo stimato per la lettura: 8 minuti

Ho scoperto, mea culpa!, solamente un paio di giorni fa l’app The Fork, l’applicazione di Trip Advisor per prenotare i ristoranti in Italia.

The Fork è stata lanciata qualche mese fa e può contare sul vastissimo database di ristoranti delle start-up retsOpolis e MyTable.it, trovandosi quindi molto avvantaggiata perché può già partire da un ottimo numero di affiliazioni di locali alle due precedenti piattaforme. Ad oggi sono oltre 5000 i ristoranti e i luoghi di ristoro prenotabili su The Fork.

Come funziona The Fork

Per gli utenti il servizio di The Fork è totalmente gratuito, mentre per quanto riguarda i ristoratori che vogliono iscriversi alla piattaforma è previsto una fee di ingresso per l’affiliazione. Naturalmente The Fork sarà collegato direttamente a Trip Advisor, in modo da permettere all’utente di prenotare anche sul celebre sito di recensioni.

Su The Fork gli utenti potranno cercare direttamente i ristoranti disponibili nella zona e prenotare con un clic dal proprio smarthpone, basterà inserire la zona di ricerca (o attivare il gps), selezionare la struttura, scegliere l’orario di prenotazione, aspettare la mail di conferma e andare direttamente al ristorante.

Gli utenti possono scegliere il ristorante in base al prezzo, alla disponibilità e alla tipologia di cucina. Inoltre hanno la possibilità di consultare le recensioni di chi ha già mangiato al ristorante scelto: queste recensioni sono ancora più affidabili rispetto a quelle di Trip Advisor, in quanto solamente chi ha effettivamente utilizzato il servizio, cioè prenotato e mangiato al ristorante, può lasciare una recensione. Sulla piattaforma sono inoltre mostrati i nomi e i prezzi di alcuni dei piatti migliori del menù, le foto della struttura e dei piatti e la spesa media per persona.

Altro punto di forza di The Fork sono gli sconti e la possibilità di accumulare punti per ulteriori riduzioni di prezzo o per partecipare a eventi esclusivi. Ad oggi, per esempio, quasi tutti i ristoranti prenotabili a Roma offrono uno sconto dal 20 al 30%, con punte che possono arrivare fino al 50% nel caso di strutture che hanno aderito al programma The Fork Summer.

Per ogni azione effettuata sulla piattaforma, infine, vi è la possibilità di accumulare punti da convertire in ulteriori sconti nei ristoranti: 1000 Yums (punti fedeltà) equivalgono a uno sconto di 20 euro e 2000 Yums equivalgono a 50 euro di sconto. Per esempio la prenotazione di un ristorante “regala” all’utente 100 Yums.

Lo sconto di The Fork viene applicato direttamente in cassa, senza dover mostrare alcun coupon, un modo innovativo e comodo per risparmiare per gli utenti e una nuova possibilità per i ristoratori per raggiungere persone che non sono riusciti a intercettare finora con la loro proposta commerciale.

Che altro dire? Stasera testerò il servizio per la prima volta (ho prenotato un ristorante) e vi farò sapere, le premesse, però, sono finora ottime.

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO