Articoli

Il thriller psicologico “Weekend” su Amazon Prime con un cast di giovani interpreti italiani

Alessia
Scritto da Alessia

Il thriller psicologico italiano Weekend, diretto da Riccardo Grandi, arrivato su Amazon Prime Video il 17 dicembre, con un cast composto da alcuni dei giovani interpreti più amati del panorama cinematografico italiano contemporaneo: Alessio Lapice (Il primo re, “Imma Tataranni – Sostituto Procuratore”, Nato a Casal di Principe), Eugenio Franceschini (SconnessiUna vita spericolata), Jacopo Olmo Antinori (“I Medici”, Una questione privataLa ragazza nella nebbia), Filippo Scicchitano (Allacciate le cintureNon è un paese per giovaniCroce e delizia), Lorenzo Zurzolo (“Sotto il sole di Riccione”, “Baby”), e la modella Greta Ferro (“Made in Italy”).

In Weekend quattro amici, isolati in un rifugio di montagna, hanno un’unica possibilità di salvezza: scoprire chi tra loro è il colpevole di un terribile crimine del passato. Un intreccio ricco di elementi noir e colpi di scena, con continui rimandi tra presente e passato che mettono a nudo ognuno dei personaggi mostrandone la parte più “animale”.

“In questo film ho voluto ridurre all’essenziale gli elementi in gioco, con una rappresentazione asciutta e primordiale sia nelle relazioni tra i personaggi che nell’assetto narrativo – ha raccontato il regista Grandi -. L’arco temporale breve, i pochi attori in scena e un’ambientazione circoscritta sono la sfida che ho lanciato a me stesso. È una sfida anche quella che il film lancia allo spettatore, specialmente se attento ai comportamenti dei protagonisti e ai dettagli”. Weekend è una coproduzione internazionale Italia – Albania – prodotta per l’Italia da Camaleo, Twister Film, Showlab e per l’Albania A. B. film.

SINOSSI BREVE
Quattro amici, isolati in un rifugio di montagna, hanno un’unica possibilità di salvezza: scoprire chi tra loro è il colpevole di un terribile crimine del passato. Thriller psicologico con elementi noir, un intreccio di rivelazioni e inganni tra presente e passato dove il singolo individuo tira fuori la sua parte animale, l’atavica spinta alla sopravvivenza.

SINOSSI LUNGA
Federico, Giulio, Michele e Roberto: quattro amici di gioventù si rincontrano all’apertura di una mostra di pittura, l’artista è la madre di Alessandro un loro amico morto sette anni prima in circostanze poco chiare.

Il giorno della sua scomparsa i quattro erano con lui, ed è da quel momento che non si sono più rivisti. La sera stessa della mostra vengono condotti forzatamente in un luogo a loro familiare: la casa di montagna dove, in quella tragica estate, passarono quel mai dimenticato weekend che terminò nel peggiore dei modi. Si ritrovano così abbandonati, lontani da tutto e isolati a causa di una tempesta di neve.
Proprio in quel luogo, dove il loro amico perse la vita, qualcuno di cui non conoscono l’identità gli comunica che tra loro c’è il responsabile della sua morte. L’unica via di uscita è scoprire l’assassino, facendolo finalmente confessare. Chi tra loro può aver commesso il terribile atto?

Presente e passato, estate e inverno, si intrecciano portando alla luce risvolti sorprendenti, ed una verità molto più complessa di quella immaginata.

“In questo film ho voluto ridurre all’essenziale gli elementi in gioco, con una rappresentazione asciutta e primordiale sia nelle relazioni tra i personaggi che nell’assetto narrativo. L’arco temporale breve, i pochi attori in scena e un’ambientazione circoscritta sono la sfida che ho lanciato a me stesso. È una sfida anche quella che il film lancia allo spettatore, specialmente se attento ai comportamenti dei protagonisti e ai dettagli.

Il genere ibrido mistery-thriller mi ha affascinato fin da bambino. La storia è al centro di tutto, la messa in scena è stimolante ed è un gioco di squadra che coinvolge tutti gli aspetti della realizzazione. Dal lavoro con gli sceneggiatori a quello con il cast fino alla produzione, la storia prende forma attraverso l’operato di ognuno, completandosi con il montaggio e la realizzazione delle musiche.
Ho scelto un cast di attori sotto i trent’anni, ideali per le dinamiche del racconto sia passato che presente. Li ho selezionati dopo estenuanti sessioni di provini. Ognuno di loro interpreta due sfumature anche molto diverse dello stesso personaggio, una nel presente e una nel passato.

I personaggi come fossero pezzi di un puzzle sono uno il complemento dell’altro, in positivo da un lato e in negativo dall’altro. All’interno di questo quadro, si delinea una storia che definisce il bene e il male in una maniera realistica, esplorando il tema della giustizia e aggirando l’implicazione
morale dell’artificio cinematografico”

Riccardo Grandi, regista

NOTE SULLA SCENEGGIATURA
La sceneggiatura originale scritta da Alfredo Arciero con Claudia De Angelis insieme al regista Riccardo Grandi, trasporta i personaggi in una condizione estrema, dove sono costretti a confrontarsi con loro stessi e con gli altri, in un’arena rappresentata dalla casa e dai luoghi desolati in cui sorge.

I flashback del passato raccontano la vicenda del gruppo di amici durante un’estate e in particolare un weekend di sballo a base di alcol, sesso e droga. Le dinamiche giovanili riecheggiano nel presente dove troviamo gli stessi quattro personaggi cresciuti e cambiati dai percorsi di vita che ognuno d loro ha intrapreso. In Weekend non c’è un buono e un cattivo, in ognuno dei personaggi principali albergano sia il bene che il male, poi ci sono le circostanze e gli avvenimenti che con un gioco di causa e effetto definiscono l’epilogo di questa storia.

UNA PRODUZIONE CAMALEO, TWISTER, SHOWLAB IN COPRODUZIONE CON A.B. WEEKEND

con
ALESSIO LAPICE
EUGENIO FRANCESCHINI
JACOPO OLMO ANTINORI
FILIPPO SCICCHITANO
LORENZO ZURZOLO
GRETA FERRO
Regia: Riccardo Grandi
Soggetto: Alfredo Arciero (Wgi), Francesca Bertuzzi, Rosario Capozzolo, Riccardo Grandi
Sceneggiatura: Alfredo Arciero Wgi, Claudia De Angelis, Riccardo Grandi
Casting: Gabria Cipullo
Costumi: Valentina Taliani
Scenografia: Biagio Fersini
Aiuto Regia: Silvia Vascellari, Marcello De Archangelis
Musiche Originali: Daniele Grammaldo, Luca Proietti
Suono Presa Diretta: Emiliano Locatelli
Fonico Di Mix: Lorenzo Picierno
Montaggio: Lorenzo Muto
Fotografia: Timoty Aliprandi (Aic)
Organizzatore Generale: Viola Ranalletta
Film Prodotto da Eagle Pictures, Cipullo & Pezzi
Prodotto da Giovanni Amico
Prodotto da Corrado Camilla, Adele Budina

Dal 17 dicembre disponibile su AMAZON PRIME VIDEO

Il creautore

Alessia

Alessia

Veneta di nascita (ma vivo a Roma da 10 anni), sono appassionata, abbastanza in questo ordine, di: Steve Jobs, tutto Beatles, Al Pacino, Emma Stone e, da poco, anche di Bruno Mars. Naturalmente amo da morire scrivere, e osservare. Sono curiosa dei nuovi linguaggi contemporanei, in tutte le verie forme.

Loading Facebook Comments ...