Roma arte in Nuvola 2022

About the Author: Redazione ViviCreativo

Published On: 13 Novembre 2022

Tempo stimato per la lettura: 4,5 minuti

Apre al pubblico, dal 17 al 20 novembre, la seconda edizione di Roma Arte in Nuvola, la grande fiera internazionale di arte moderna e contemporanea ideata e diretta da Alessandro Nicosia con la direzione artistica di Adriana Polveroni, organizzata presso la suggestiva cornice della Nuvola di Fuksas.

Dopo lo straordinario successo della prima edizione, chiusa con oltre 30.000 visitatori e con grande apprezzamento di pubblico, Roma Arte in Nuvola, torna nella Capitale con una proposta espositiva integrata di qualità sempre crescente nonché dalla forte impronta divulgativa.

Roma Arte in Nuvola 2021

Evento internazionale e multidisciplinare

Al centro della manifestazione le 140 gallerie italiane ed internazionali partecipanti – tra cui molte nuove – grazie alle quali la grande fiera consolida il proprio ruolo di punto di riferimento del collezionismo italiano del Centro e del Sud Italia, andando a valorizzarne l’alto potenziale e, al contempo, colma una mancanza decennale di simili iniziative nella Capitale ponendosi come veicolo sinergico di incontro tra arte moderna e contemporanea ed intercettando le esigenze di una vivace scena artistica romana emersa negli ultimi anni.

Un’offerta artistica poliedrica in grado di dar voce a tutte le discipline – dalla pittura alle installazioni, dalla scultura alle performance, dalla video arte alla digital art fino alla street art – e di intercettare la migliore proposta espositiva dell’intero panorama nazionale.

Voce alle espressioni artistiche

Oltre all’alto livello qualitativo delle gallerie espositrici italiane ed internazionali, punto di forza del progetto fieristico – ideato e diretto da Alessandro Nicosia, organizzato dalla società C.O.R Creare Organizzare Realizzare, con la direzione artistica di Adriana Polveroni con la collaborazione di Valentina Ciarallo – è il ricco programma di progetti speciali, performance e talk volto ad intercettare non solo specialisti ed addetti ai lavori ma anche un pubblico più ampio di giovani e semplici appassionati.

Il suggestivo spazio, di oltre 14.000 metri quadri, ospita l’arte moderna al General Floor (piano terra) mentre il contemporaneo al Forum (primo livello), creando un dialogo che rappresenta una straordinaria offerta di proposta integrata fra le diverse espressioni artistiche.

L’Ucraina ospite d’onore

A sottolineare la vocazione internazionale della manifestazione, l’edizione di quest’anno ospita l’Ucraina come paese straniero con la forte volontà di esprimere una posizione chiara a favore dei valori di scambio, inclusione e convivenza pacifica tra i popoli. Per l’occasione, viene presentato il progetto SI VIS PACEM, curato da Yevhen Bereznitsky, direttore della Bereznitsky Art Foundation, dedicato all’arte ucraina della seconda metà del XX secolo, a quella contemporanea dell’Ucraina indipendente ed alle opere create come diretta reazione all’aggressione militare russa.

Il padiglione presenta, dunque, le opere di Vasyl Yarych, Yuri Smirnov, Viktor Kravtsov per descrivere l’Ucraina pacifica, nonché le tele di Viktor Sydorenko, Yuri Sivirin, Vladislav Mamsikov con le riflessioni sulla guerra.

Progetti speciali ed esposizioni

Gli ampi spazi della Nuvola costituiscono il palcoscenico di oltre 15 progetti speciali, a cominciare da due grandi mostre. La prima, Le opere dell’Eur. Una apparizione di valori, nasce dalla connessione sinergica fra territorio ed arte, mostra dedicata alle opere d’arte di proprietà di Eur S.p.A., per la prima volta riunite insieme al di fuori del loro usuale contesto. L’altra presenta oltre 30 opere di Piero Dorazio, uno dei massimi esponenti dell’astrattismo europeo. L’esposizione è organizzata con la collaborazione di Tornabuoni Arte.

E ancora, la rassegna fotografica Inedite Azioni, promossa dalla Sovrintendenza Capitolina e dedicata a tre grandi artisti, Joseph Beuys, Keith Haring e Hermann Nitsch, dei quali sono state selezionate, in esclusiva per la fiera, alcune fotografie realizzate da Mario Carbone e Stefano Fontebasso De Martino durante le azioni artistiche realizzate in tre diversi musei della Capitale.

Le gallerie in primo piano

Roma arte in Nuvola è una grande festa dell’arte, partecipata ed inclusiva, in grado di offrire un’esperienza artistico-culturale emozionante e condivisa, all’interno di uno scenario d’eccezione, quale La Nuvola di Fuksas. Inoltre, la fiera evidenzia il ruolo di primo piano delle gallerie nello sviluppo della scena culturale e artistica.

Quattro i premi assegnati (The Best, Rock, Young e Absolute Modern) a testimonianza della grande attenzione che la fiera riserva nei confronti della cura e dell’originalità con cui le gallerie allestiscono propri stand, riconoscendone la professionalità e la capacità di reinventare la propria proposta.

Articoli recenti

condividi su

VII Settimana della Cucina Italiana nel Mondo
Vaux-le-VicomteFeste di fine anno con Molière al castello di Vaux-le-Vicomte
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Roma arte in Nuvola 2022

Published On: 13 Novembre 2022

About the Author: Redazione ViviCreativo

Tempo stimato per la lettura: 12 minuti

Apre al pubblico, dal 17 al 20 novembre, la seconda edizione di Roma Arte in Nuvola, la grande fiera internazionale di arte moderna e contemporanea ideata e diretta da Alessandro Nicosia con la direzione artistica di Adriana Polveroni, organizzata presso la suggestiva cornice della Nuvola di Fuksas.

Dopo lo straordinario successo della prima edizione, chiusa con oltre 30.000 visitatori e con grande apprezzamento di pubblico, Roma Arte in Nuvola, torna nella Capitale con una proposta espositiva integrata di qualità sempre crescente nonché dalla forte impronta divulgativa.

Roma Arte in Nuvola 2021

Evento internazionale e multidisciplinare

Al centro della manifestazione le 140 gallerie italiane ed internazionali partecipanti – tra cui molte nuove – grazie alle quali la grande fiera consolida il proprio ruolo di punto di riferimento del collezionismo italiano del Centro e del Sud Italia, andando a valorizzarne l’alto potenziale e, al contempo, colma una mancanza decennale di simili iniziative nella Capitale ponendosi come veicolo sinergico di incontro tra arte moderna e contemporanea ed intercettando le esigenze di una vivace scena artistica romana emersa negli ultimi anni.

Un’offerta artistica poliedrica in grado di dar voce a tutte le discipline – dalla pittura alle installazioni, dalla scultura alle performance, dalla video arte alla digital art fino alla street art – e di intercettare la migliore proposta espositiva dell’intero panorama nazionale.

Voce alle espressioni artistiche

Oltre all’alto livello qualitativo delle gallerie espositrici italiane ed internazionali, punto di forza del progetto fieristico – ideato e diretto da Alessandro Nicosia, organizzato dalla società C.O.R Creare Organizzare Realizzare, con la direzione artistica di Adriana Polveroni con la collaborazione di Valentina Ciarallo – è il ricco programma di progetti speciali, performance e talk volto ad intercettare non solo specialisti ed addetti ai lavori ma anche un pubblico più ampio di giovani e semplici appassionati.

Il suggestivo spazio, di oltre 14.000 metri quadri, ospita l’arte moderna al General Floor (piano terra) mentre il contemporaneo al Forum (primo livello), creando un dialogo che rappresenta una straordinaria offerta di proposta integrata fra le diverse espressioni artistiche.

L’Ucraina ospite d’onore

A sottolineare la vocazione internazionale della manifestazione, l’edizione di quest’anno ospita l’Ucraina come paese straniero con la forte volontà di esprimere una posizione chiara a favore dei valori di scambio, inclusione e convivenza pacifica tra i popoli. Per l’occasione, viene presentato il progetto SI VIS PACEM, curato da Yevhen Bereznitsky, direttore della Bereznitsky Art Foundation, dedicato all’arte ucraina della seconda metà del XX secolo, a quella contemporanea dell’Ucraina indipendente ed alle opere create come diretta reazione all’aggressione militare russa.

Il padiglione presenta, dunque, le opere di Vasyl Yarych, Yuri Smirnov, Viktor Kravtsov per descrivere l’Ucraina pacifica, nonché le tele di Viktor Sydorenko, Yuri Sivirin, Vladislav Mamsikov con le riflessioni sulla guerra.

Progetti speciali ed esposizioni

Gli ampi spazi della Nuvola costituiscono il palcoscenico di oltre 15 progetti speciali, a cominciare da due grandi mostre. La prima, Le opere dell’Eur. Una apparizione di valori, nasce dalla connessione sinergica fra territorio ed arte, mostra dedicata alle opere d’arte di proprietà di Eur S.p.A., per la prima volta riunite insieme al di fuori del loro usuale contesto. L’altra presenta oltre 30 opere di Piero Dorazio, uno dei massimi esponenti dell’astrattismo europeo. L’esposizione è organizzata con la collaborazione di Tornabuoni Arte.

E ancora, la rassegna fotografica Inedite Azioni, promossa dalla Sovrintendenza Capitolina e dedicata a tre grandi artisti, Joseph Beuys, Keith Haring e Hermann Nitsch, dei quali sono state selezionate, in esclusiva per la fiera, alcune fotografie realizzate da Mario Carbone e Stefano Fontebasso De Martino durante le azioni artistiche realizzate in tre diversi musei della Capitale.

Le gallerie in primo piano

Roma arte in Nuvola è una grande festa dell’arte, partecipata ed inclusiva, in grado di offrire un’esperienza artistico-culturale emozionante e condivisa, all’interno di uno scenario d’eccezione, quale La Nuvola di Fuksas. Inoltre, la fiera evidenzia il ruolo di primo piano delle gallerie nello sviluppo della scena culturale e artistica.

Quattro i premi assegnati (The Best, Rock, Young e Absolute Modern) a testimonianza della grande attenzione che la fiera riserva nei confronti della cura e dell’originalità con cui le gallerie allestiscono propri stand, riconoscendone la professionalità e la capacità di reinventare la propria proposta.

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO