Articoli

Il marito tradito sul Corriere? È il marketing, bellezza

Banksy - Cheating

Amore mio, per te farei di tutto, lo sai. E tu invece ti faresti tutti

Inizia così la lettera di Enzo, dalla pagina 24 nella sezione “Cronache” de Il Corriere della Sera, rivolta alla moglie fedigrafa Lucia, accusata di essere stata con altri uomini (il personal trainer, il collega d’ufficio del marito, uomini conosciuti durante una vacanza esotica in Egitto) e di aver mentito, senza alcun ritegno, per mesi.

E poi prosegue senza tralasciare nulla.

Ho sempre cercato di proteggere il nostro amore. E invece tu l’hai distrutto. E dopo sette anni di matrimonio, voglio raccontare a tutta Italia il tuo spregevole tradimento (…) Il nostro matrimonio è finito. Ti lascio. Ma non immaginarci qui da soli, io e la mia ossessione di te che mi hai tradito con tutto il mondo. Io non tornerò indietro. Hai sbagliato tu e non mi vergogno a raccontare a tutta Italia la vita segreta della mia mogliettina perfetta. Anzi ho persino aperto una pagina facebook.com/tuoexmarito. Io e te ci vediamo in tribunale. Tuo ex marito

La lettera, pubblicata a pagamento sul Corriere della Sera, dal marito tradito.

La lettera, pubblicata a pagamento sul Corriere della Sera, del marito tradito.

La notizia del povero cornuto che, dalle pagine del quotidiano di via Solferino, punta il dito contro la moglie infedele diventa in pochi minuti un trend topic sui social, l’hashtag #enzoelucia capeggia sulle tendenze del giorno e scatena botte e risposte tra uomini e donne, discussioni accese, commenti solidali allo sfortunato Enzo e ironici nei confronti di Lucia.

Eppure, rileggendo attentamente, in quella lettera c’è qualcosa che non torna, troppo freddo e distaccato il tono, i nomi dei protagonisti così manzoniani, l’apertura di una pagina Facebook, molti luoghi comuni che neanche una puntata di Sex & the City  (la donna che esce con le amiche, ma vola in Egitto con l’avvocato per cui lavora, già di per se fa storcere il naso) e, per ultimo, l’uso di alcune parole, che agli utenti più accorti e smaliziati ha ricordato il palinsesto di Real Time, come “amici”, “ossessioni”, “pasticceria”, “fuori menù”.

Poche ore ed, ecco, svelato l’arcano: la lettera di Enzo a Lucia è, in effetti, una campagna pubblicitaria per lanciare “Alta infedeltà“, il nuovo programma del canale dedicato all’intrattenimento femminile, in onda dal 16 marzo. Uno scripted reality show, come viene chiamato, in cui vengono raccontate storie di tradimenti attraverso tre punti di vista: il tradito, il traditore e l’amante.

Un esempio, riuscitissimo è il caso di dirlo, di guerrilla marketing, che ricorda la campagna “First Kiss – un bacio tra sconosciuti“, presentato inizialmente come un esperimento sociale ripreso dalla filmmaker Tatia Pilieva  e rivelatosi in seguito brillante trovata pubblicitaria di Wren Studio, una casa di abbigliamento americana.

E nonostante il mistero di questo venerdì 13 sia stato svelato presto, siamo certi che la storia di questa coppia “scoppiata” non terminerà qui.

Il creautore

Redazione Vivicreativo

Redazione Vivicreativo

Loading Facebook Comments ...