Articoli

MuseumWeek: l’arte arriva su Twitter

MuseumWeek

MuseumWeek è la settimana dei musei su Twitter. Dopo il grande successo della #museumweek14 dello scorso anno, anche quest’anno i più grandi musei del mondo si danno appuntamento su Twitter per diffondere la cultura sulla rete.
La MuseumWeek è la dimostrazione che quando tecnologia e arte si incontrano nascono idee innovative, accattivanti, capaci di attirare l’attenzione dei media e, soprattutto, degli spettatori che vengono attratti come da una calamita dai musei che si mettono in gioco.
Per tutti quei musei che non hanno ancora potuto sfruttare strumenti tecnologici come IBeacon o gamificazione, la MuseumWeek è uno strumento totalmente gratuito per creare un maggiore engagement coi propri clienti e migliorare la propria presenza online e sui social.

Cosa è la MuseumWeek

La MuseumWeek nasce l’anno scorso da un’idea di alcuni community manager dei musei francesi per promuovere le proprie opere, ha sin da subito conquistato i responsabili della comunicazione di altre strutture culturali in tutto il mondo, facendola divenire un fenomeno globale.
Il suo scopo è diffondere la cultura attraverso i social e attirare il maggior numero possibile di visitatori nei luoghi di cultura.
Per 7 giorni, attraverso la scelta di un tema specifico e il suo hashtag correlato, oltre naturalmente a quello standard #MuseumWeek, i community manager e i visitatori di centinaia di musei in tutto il mondo ci racconteranno la loro visione di museo.

Temi e Hashtag della MuseumWeek

Come dicevamo sopra, ogni giorno avrà un tema e un hashtag dedicato, alcuni sono già passati, essendo iniziata la MuseumWeek lunedì, ma altri temi ancora devono essere esplorati.
Questo il dettaglio di temi e hashtag:
– lunedì 23 marzo: #secretsMW, i musei hanno fatto scoprire alcuni dei loro piccoli segreti agli utenti di Twitter.
L’account ufficiale di Musei in Comune Roma, per esempio, nostro vincitore di giornata, ha messo in risalto le mani di chi ogni giorno lavora nei musei capitolini per preservare la bellezza delle opere.

  La GAM di Torino ha invece ha aperto le porte del suo deposito

Il museo Rijksmuseum di Amsterdam ha invece condiviso un post dove si parla del codice segreto che Margherita di Parma usava per secretare la sua corrispondenza.

            • martedì 24 marzo: #SouvenirsMW, i musei e i clienti condividono i loro acquisti e souvenir di punta.

 

        In questo caso il primo premio va al Museo Archeologico di Porto Torres che ha condiviso il souvenir più ricercato dai propri visitatori, il satiro.

Da segnalare anche il tweet del MAXXI, dove i papaveri giganti di stARTT si trasformano in mini spillette.

        • Mercoledì 25 marzo: #architectureMW l’hashtag per raccontare l’architettura del museo e del quartiere in cui si trova.

 

    Qui il vincitore assoluto è la pinacoteca Agnelli, che ha inondato Twitter durante tutti i giorni della museumweek, risultando sempre molto apprezzata dagli utenti, realizzando ogni giorno uno storify della giornata precedente.

Apprezzatissimo, ancora una volta, il tweet dei Musei in Comune Roma su Palazzo Braschi.

Sul podio anche il tweet di Querini Stampalia, per il loro auditorium.

  • Giovedì 26 marzo: #inspirationMW, l’hashtag per catturare foto relative alla specializzazione di ogni museo.
  • Venerdì 27 marzo: #familyMW, il tema per far mostrare al museo tutte le attività, laboratori e visite guidate, che l’istituzione offre alle famiglie.
  • Sabato 28 marzo: #favMW, l’hashtag che invita tutti i visitatori a condividere la loro opera preferita.
  • Domenica 29 marzo: #poseMW, il seldie-day, bisogna aggiungere altro?

Personalmente ciò che a me ha stupito maggiormente è stata la capacità dei community manager di interagire tra di loro creando un vero e proprio flusso di tweet che ha messo al centro la cultura e la bellezze delle opere d’arte.
Voi avete altri tweet particolari da segnalarci?

Il creautore

Redazione Vivicreativo

Redazione Vivicreativo

Loading Facebook Comments ...