Insurge.es! L’esposizione sulla Comune di Parigi

About the Author: Cristina Biordi

Published On: 14 Gennaio 2023

Tempo stimato per la lettura: 2 minuti

La Comune di Parigi (18 marzo – 28 maggio 1871) segnò profondamente la storia e le menti. La mostra Insurge.es!, Regards sur celles et ceux de la Commune de Paris de 1871 fino al 6 marzo 2023, presso il museo d’arte e storia Paul Eluard a Saint-Denis riunisce le collezioni di questo museo e i fondi del patrimonio della mediateca Centerville di Saint-Denis. Di fronte alle attuali crisi delle nostre società, questo momento della storia francese acquista una nuova forza in quanto ispira o sprona all’azione.

Nuovi approcci alla Comune di Parigi

Gli “sguardi su quelle e quelli della Comune di Parigi del 1871”, propongono molte opere chiave, altre poco conosciute, e alcune mostrate per la prima volta, a causa della loro estrema fragilità. Opere d’arte e studi storici contemporanei arricchiscono ulteriormente questa prospettiva.

La mostra Insurge.es! intende sottolineare i differenti approcci alla Comune di Parigi del 1871. Sulla base di opere e documenti, l’esposizione presenta gli eventi e le memorie dei suoi protagonisti. Più di 30 personalità, appartenenti a diversi ceti sociali, sono state invitate a condividere il loro punto di vista su questo episodio storico francese e le sulle sue risonanze contemporanee.

Letture complementari e contraddittorie

Attraverso un’importante documentazione relativa a questo esperimento di rivoluzione sociale – disegni, stampe, manifesti, giornali, fotografie, corrispondenze, quadri e altri oggetti – il visitatore vivrà i 72 giorni, ricchi di avvenimenti, che ancora oggi animano molti dibattiti. Un secolo e mezzo di distanza permette ormai di interrogarsi sulle letture che sono state date su questo periodo.

Il pubblico scopre così i molteplici punti di vista che rivendicano la posterità della Comune e i suoi eventi. In ogni sezione storici, scrittori, giornalisti, filosofi, insegnanti o artisti condividono le loro opinioni in tutta soggettività attraverso brevi testi che costituiscono un percorso polifonico, che permette di sottolineare le sfumature, di esprimere le diverse voci, complementari o talvolta contraddittorie. La Comune di Parigi infonde ancora oggi vitalità alle loro ricerche e alle loro creazioni.

Articoli recenti

condividi su

Monna Lisa, Lisa! L'esposizione collettiva
POUSH apre le porte al pubblico
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Insurge.es! L’esposizione sulla Comune di Parigi

Published On: 14 Gennaio 2023

About the Author: Cristina Biordi

Tempo stimato per la lettura: 5 minuti

La Comune di Parigi (18 marzo – 28 maggio 1871) segnò profondamente la storia e le menti. La mostra Insurge.es!, Regards sur celles et ceux de la Commune de Paris de 1871 fino al 6 marzo 2023, presso il museo d’arte e storia Paul Eluard a Saint-Denis riunisce le collezioni di questo museo e i fondi del patrimonio della mediateca Centerville di Saint-Denis. Di fronte alle attuali crisi delle nostre società, questo momento della storia francese acquista una nuova forza in quanto ispira o sprona all’azione.

Nuovi approcci alla Comune di Parigi

Gli “sguardi su quelle e quelli della Comune di Parigi del 1871”, propongono molte opere chiave, altre poco conosciute, e alcune mostrate per la prima volta, a causa della loro estrema fragilità. Opere d’arte e studi storici contemporanei arricchiscono ulteriormente questa prospettiva.

La mostra Insurge.es! intende sottolineare i differenti approcci alla Comune di Parigi del 1871. Sulla base di opere e documenti, l’esposizione presenta gli eventi e le memorie dei suoi protagonisti. Più di 30 personalità, appartenenti a diversi ceti sociali, sono state invitate a condividere il loro punto di vista su questo episodio storico francese e le sulle sue risonanze contemporanee.

Letture complementari e contraddittorie

Attraverso un’importante documentazione relativa a questo esperimento di rivoluzione sociale – disegni, stampe, manifesti, giornali, fotografie, corrispondenze, quadri e altri oggetti – il visitatore vivrà i 72 giorni, ricchi di avvenimenti, che ancora oggi animano molti dibattiti. Un secolo e mezzo di distanza permette ormai di interrogarsi sulle letture che sono state date su questo periodo.

Il pubblico scopre così i molteplici punti di vista che rivendicano la posterità della Comune e i suoi eventi. In ogni sezione storici, scrittori, giornalisti, filosofi, insegnanti o artisti condividono le loro opinioni in tutta soggettività attraverso brevi testi che costituiscono un percorso polifonico, che permette di sottolineare le sfumature, di esprimere le diverse voci, complementari o talvolta contraddittorie. La Comune di Parigi infonde ancora oggi vitalità alle loro ricerche e alle loro creazioni.

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO