Mario Carnicelli vince il Premio Viviane Esders

About the Author: Redazione Vivicreativo

Published On: 30 Settembre 2022

Tempo stimato per la lettura: 1 minuti

Abruzzese, classe 1937, Mario Carnicelli è il vincitore della prima edizione del Premio Viviane Esders. Più di 280 candidature, 5 finalisti per questo riconoscimento creato per mettere in luce i fotografi over 60, europei e tuttora attivi, il cui lavoro merita di essere valorizzato.

Nato ad Atri, Mario Carnicelli inizia a fotografare all’età di 14 anni nello studio fotografico di famiglia. Molto rapidamente perfezionò il suo stile umanista. Documenta molti eventi pubblici e politici nel mondo, lavora come inviato speciale per la stampa, vince un premio nazionale italiano e pubblica due libri: C’era Togliatti (2014) – foto in apertura – e American Voyage (2018).

La motivazione: «Con Mario Carnicelli la parola documentario assume un’altra dimensione, mentre si cimenta in una vera analisi sociale, sia in bianco e nero che a colori, nella sua natia Italia o negli Stati Uniti. Cerca di rivelare l’essenza dell’uomo piuttosto che fatti o gesti.»

Mario Carnicelli riceve una dotazione di 60.000 euro, di cui 10.000 euro saranno destinati alla realizzazione di un libro sulla sua opera.

Articoli recenti

condividi su

BEE THE CHANGESCIAME: dalla parte delle api
vescovi 0I giorni della lentezza di Adrien Vescovi

Related Posts

Leave A Comment

Mario Carnicelli vince il Premio Viviane Esders

Published On: 30 Settembre 2022

About the Author: Redazione Vivicreativo

Tempo stimato per la lettura: 3 minuti

Abruzzese, classe 1937, Mario Carnicelli è il vincitore della prima edizione del Premio Viviane Esders. Più di 280 candidature, 5 finalisti per questo riconoscimento creato per mettere in luce i fotografi over 60, europei e tuttora attivi, il cui lavoro merita di essere valorizzato.

Nato ad Atri, Mario Carnicelli inizia a fotografare all’età di 14 anni nello studio fotografico di famiglia. Molto rapidamente perfezionò il suo stile umanista. Documenta molti eventi pubblici e politici nel mondo, lavora come inviato speciale per la stampa, vince un premio nazionale italiano e pubblica due libri: C’era Togliatti (2014) – foto in apertura – e American Voyage (2018).

La motivazione: «Con Mario Carnicelli la parola documentario assume un’altra dimensione, mentre si cimenta in una vera analisi sociale, sia in bianco e nero che a colori, nella sua natia Italia o negli Stati Uniti. Cerca di rivelare l’essenza dell’uomo piuttosto che fatti o gesti.»

Mario Carnicelli riceve una dotazione di 60.000 euro, di cui 10.000 euro saranno destinati alla realizzazione di un libro sulla sua opera.