Immersione nell’arte spirituale di Chen Jialing

About the Author: Cristina Biordi

Published On: 13 Aprile 2024

Tempo stimato per la lettura: 2,3 minuti

La delicata arte di Chen Jialing, grande pittore cinese, è tutta da scoprire a Parigi nella mostra gratuita Une vie au bord du fleuve : L’art de Chen Jialing (Una vita in riva al fiume: l’arte di Chen Jialing). Il Réfectoire des Cordeliers accoglie, dal 5 al 21 aprile 2024, gli abbaglianti dipinti a inchiostro, le straordinarie ceramiche e gli arazzi di un artista ancora poco conosciuto in Europa ma stimato in Cina: Chen Jialing.

L’esposizione fa parte degli eventi organizzati in occasione delle celebrazioni 60º anniversario delle relazioni diplomatiche tra Francia e Cina. Un dialogo spirituale tra montagne e corsi d’acqua, colline e valli.

L’inspirazione scorre lungo le rive

Tutto lo riporta sempre in riva del fiume. È qui che Chen Jialing esamina da decenni il corso naturale della vita. I susini che fioriscono e rifioriscono in primavera, gli uccelli che escono dai nidi. È qui che scaturisce la sua creatività: nato nel 1937 a Tonglu, alla confluenza di due fiumi affluenti dello Yantsé, cresciuto e formatosi vicino al Lago dell’Ovest a Hangzhou, poi all’Accademia Cinese delle Arti, dove si è laureato nel 1963, Chen Jialing trae la sua arte dalla riva del fiume da decenni. E, come i piccoli ruscelli creano grandi fiumi, a sua volta, lui stesso divenne una fonte inesauribile di ispirazione per la Scuola di Belle Arti di Shanghai dove insegnò a lungo.

La prima mostra in Francia

Come parte naturale del percorso di Chen Jialing, è sulla Rive Gauche, a Parigi, nel refettorio dei Cordeliers, che l’artista è oggi invitato per la sua prima mostra in Francia. Quest’ultima, organizzata nell’ambito del 60° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Francia e Cina, propone la folgorante scoperta di un talento ancora sconosciuto in Europa attorno a un insieme di dipinti, ceramiche e arazzi di seta.

Chen Jialing, 86 anni, è un maestro stimato e raccolto in Cina. Esplorando il patrimonio culturale del suo paese e ispirandosi all’arte occidentale, questo maestro è un innovatore.

Gli stati d’animo dell’acqua

«Chen Jialing ha reinventato la tradizione cinese della pittura a inchiostro», introduce He Jing. Curatrice della mostra con Cao Dan. «Il nostro viaggio – prosegue quest’ultimo -introduce le tre trasmutazioni dell’acqua, quella che diluisce la vernice, del fuoco, che trasforma la terra in ceramica, e della seta, che diventa arazzo.»

Alchimista affascinato dalla vita e dagli elementi della natura, Chen Jialing ama sperimentare. Lo dimostrano le opere esposte: pittura all’inchiostro, arazzi in filo di seta, e opere in ceramiche dalle dimensioni imponenti, che occupano lo spazio monumentale del Réfectoire des Cordeliers, in una scenografia creata da Pascal Rodriguez.

 

Articoli recenti

condividi su

The Journey is Everything, la prima mostra personale di Kraita317
Incontro con Alberto Santarnecchi, finalista al Concorso Biennale MarteLive nella sezione Moda con la collezione Dream Piece
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Immersione nell’arte spirituale di Chen Jialing

Published On: 13 Aprile 2024

About the Author: Cristina Biordi

Tempo stimato per la lettura: 7 minuti

La delicata arte di Chen Jialing, grande pittore cinese, è tutta da scoprire a Parigi nella mostra gratuita Une vie au bord du fleuve : L’art de Chen Jialing (Una vita in riva al fiume: l’arte di Chen Jialing). Il Réfectoire des Cordeliers accoglie, dal 5 al 21 aprile 2024, gli abbaglianti dipinti a inchiostro, le straordinarie ceramiche e gli arazzi di un artista ancora poco conosciuto in Europa ma stimato in Cina: Chen Jialing.

L’esposizione fa parte degli eventi organizzati in occasione delle celebrazioni 60º anniversario delle relazioni diplomatiche tra Francia e Cina. Un dialogo spirituale tra montagne e corsi d’acqua, colline e valli.

L’inspirazione scorre lungo le rive

Tutto lo riporta sempre in riva del fiume. È qui che Chen Jialing esamina da decenni il corso naturale della vita. I susini che fioriscono e rifioriscono in primavera, gli uccelli che escono dai nidi. È qui che scaturisce la sua creatività: nato nel 1937 a Tonglu, alla confluenza di due fiumi affluenti dello Yantsé, cresciuto e formatosi vicino al Lago dell’Ovest a Hangzhou, poi all’Accademia Cinese delle Arti, dove si è laureato nel 1963, Chen Jialing trae la sua arte dalla riva del fiume da decenni. E, come i piccoli ruscelli creano grandi fiumi, a sua volta, lui stesso divenne una fonte inesauribile di ispirazione per la Scuola di Belle Arti di Shanghai dove insegnò a lungo.

La prima mostra in Francia

Come parte naturale del percorso di Chen Jialing, è sulla Rive Gauche, a Parigi, nel refettorio dei Cordeliers, che l’artista è oggi invitato per la sua prima mostra in Francia. Quest’ultima, organizzata nell’ambito del 60° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Francia e Cina, propone la folgorante scoperta di un talento ancora sconosciuto in Europa attorno a un insieme di dipinti, ceramiche e arazzi di seta.

Chen Jialing, 86 anni, è un maestro stimato e raccolto in Cina. Esplorando il patrimonio culturale del suo paese e ispirandosi all’arte occidentale, questo maestro è un innovatore.

Gli stati d’animo dell’acqua

«Chen Jialing ha reinventato la tradizione cinese della pittura a inchiostro», introduce He Jing. Curatrice della mostra con Cao Dan. «Il nostro viaggio – prosegue quest’ultimo -introduce le tre trasmutazioni dell’acqua, quella che diluisce la vernice, del fuoco, che trasforma la terra in ceramica, e della seta, che diventa arazzo.»

Alchimista affascinato dalla vita e dagli elementi della natura, Chen Jialing ama sperimentare. Lo dimostrano le opere esposte: pittura all’inchiostro, arazzi in filo di seta, e opere in ceramiche dalle dimensioni imponenti, che occupano lo spazio monumentale del Réfectoire des Cordeliers, in una scenografia creata da Pascal Rodriguez.

 

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO