Creativeless. Che mondo sarebbe senza creatività?

About the Author: Redazione ViviCreativo

Published On: 24 Febbraio 2015

Tempo stimato per la lettura: 1,6 minuti

Che mondo sarebbe senza creatività?

Avete mai provato, anche solo per un attimo, ad immaginare un mondo senza creatività, senza il genio, il colore, la sorpresa?

E se, improvvisamente, nel bel mezzo di una mostra l’opera che stiamo ammirando sparisse davanti ai nostri occhi? Se dopo ore di fila davanti al Prado di Madrid o agli Uffizi di Firenze trovassimo all’ingresso il cartello “CLOSED” o peggio “AFFITTASI”?

Se, ancora, durante un concerto della nostra band preferita attesa da mesi, i musicisti e il frontman si volatilizzassero sotto i nostri occhi? Se davanti a centinaia di migliaia accorsi al Circo Massimo per ascoltare i Rolling Stone, le luci illuminassero un palco completamente vuoto?

Noi abbiamo giocato con i numeri, provando a sottrarre cifre e persone che quotidianamente e con grande sacrificio lavorano con la cultura, producendo grazie ad essa ricchezza e talento. Per rispondere ironicamente a chi qualche anno fa tuonò dicendo che “Di cultura non si vive, vado alla buvette a farmi un panino alla cultura, e comincio dalla Divina Commedia. ” e per scongiurare il pericolo di una chiusura verso la bellezza e il cambiamento, qualunque forma abbia, abbiamo creato delle pillole di creativeless. Senza creatività non si vive. Noi lo sappiamo e voi?

Pillola #1 Creativeless e pubblicità

Solo una bottiglia di cola?

Articoli recenti

condividi su

Come insegnare la creativitàCome insegnare la creatività
GAP #SpringIsWeird Instagram TInderLa nuova campagna pubblicitaria #SpringIsWeird di GAP su Tinder e Instagram
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Creativeless. Che mondo sarebbe senza creatività?

Published On: 24 Febbraio 2015

About the Author: Redazione ViviCreativo

Tempo stimato per la lettura: 4 minuti

Che mondo sarebbe senza creatività?

Avete mai provato, anche solo per un attimo, ad immaginare un mondo senza creatività, senza il genio, il colore, la sorpresa?

E se, improvvisamente, nel bel mezzo di una mostra l’opera che stiamo ammirando sparisse davanti ai nostri occhi? Se dopo ore di fila davanti al Prado di Madrid o agli Uffizi di Firenze trovassimo all’ingresso il cartello “CLOSED” o peggio “AFFITTASI”?

Se, ancora, durante un concerto della nostra band preferita attesa da mesi, i musicisti e il frontman si volatilizzassero sotto i nostri occhi? Se davanti a centinaia di migliaia accorsi al Circo Massimo per ascoltare i Rolling Stone, le luci illuminassero un palco completamente vuoto?

Noi abbiamo giocato con i numeri, provando a sottrarre cifre e persone che quotidianamente e con grande sacrificio lavorano con la cultura, producendo grazie ad essa ricchezza e talento. Per rispondere ironicamente a chi qualche anno fa tuonò dicendo che “Di cultura non si vive, vado alla buvette a farmi un panino alla cultura, e comincio dalla Divina Commedia. ” e per scongiurare il pericolo di una chiusura verso la bellezza e il cambiamento, qualunque forma abbia, abbiamo creato delle pillole di creativeless. Senza creatività non si vive. Noi lo sappiamo e voi?

Pillola #1 Creativeless e pubblicità

Solo una bottiglia di cola?

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO