Drawing Now Art Fair 2024: torna a Parigi il disegno contemporaneo

About the Author: Cristina Biordi

Published On: 22 Marzo 2024

Tempo stimato per la lettura: 4,9 minuti

Come ogni anno, la Primavera a Parigi porta con sé i colori del disegno contemporaneo della Drawing Now Art Fair. Il salone, che si tiene al Carreau du Temple, dal 21 al 24 marzo 2024. Divisa in tre settori (General, Insight, Process), la 17esima edizione ospita 73 gallerie di 14 nazionalità e 300 artisti diverse, tra cui talenti promettenti e nomi storici.

Diversità e vitalità del disegno contemporaneo

Per approfondire la scoperta del disegno contemporaneo, Drawing Now Art Fair sfrutta l’energia dell’edizione scorsa e accoglie il 40% di nuove gallerie. Il salone moltiplica gli eventi proponendo un programma associati attorno ad una mostra, un simposio e conferenze.

Fedele alla sua missione, quella mostrare tutta la diversità e la favolosa vitalità del disegno contemporaneo, giovedì 21 marzo si tiene un simposio che riunisce ricercatori, curatori di mostre, direttori di istituzioni, artisti di varia provenienza sul disegno nel 2024. Educazione e pubblico, disegno e società, nuove tecnologie e scienze: gli appuntamenti della fiera offrono una larga panoramica su questo mezzo che continua a reinventarsi con i tempi.

Emil Ferris, Galerie Martel, Drawing Now Art Fair 2024, Carreau du Temple, Parigi, 2024 © Cristina Biordi

Disegno e animazione. Insight e Process

«In che modo l’animazione contribuisce al disegno contemporaneo e viceversa?»: è la domanda che si pone Joana P.R. Neves, direttrice artistica della fiera e curatrice della mostra Animazione: meccanica della mente, che si tiene sempre al Carreau du Temple. Frutto di una collaborazione con il Frac Picardie, riunisce opere animate e disegni di artisti visivi e animatori: Massinissa Selmani, Éléonore Geissler, Catharina van Eetvelde, Sébastien Laudenbach, Inci Eviner, Ugo Arsac, Yoriko Mizushiri e Fabien Granet.

Seguendo le opere animate lungo le scale che conducono al livello inferiore, i visitatori scoprono i due settori Insight e Process. Nel primo i visitatori scoprono nuovi artisti, francesi o internazionali, mentre il secondo è dedicato ai nuovi modi di disegnare contemporaneo. Mentre, al livello superiore, il Percorso parallelo offre a uno sguardo speciale alle opere singolari.

Percorso parallelo

La 17esima edizione della Drawing Now Art Fair onorare il carattere eccezionale di alcune proposte contemporanee durante tutto il corso Parallasse. Tornerà nel 2024! La parallasse è l’impatto del cambiamento di posizione del pubblico, sull’osservazione di un oggetto. In altri termini, la parallasse è l’effetto del cambiamento posizione dell’osservatore rispetto a ciò che percepisce.

Nel tempo, cambiamo la nostra prospettiva storia, che non solo dà più colore al passato, ma anche nel presente e forse nel futuro. Molto più di un’incursione nel passato, il viaggio rivela il carattere eccezionale o paradigmatico di alcune proposte contemporanee. Così propone al visitatore uno sguardo unico sulle pratiche particolarmente innovativo e meritevole di attuazione contesto.

Priscilla Beccari, galleria Younique, Drawing Now Art Fair 2024, Carreau du Temple, Parigi, 2024 © Cristina Biordi

 

Le donne sempre più presenti

Diventata famosa grazie al suo graphic novel La mia cosa preferita sono i mostri, la disegnatrice/scrittrice Emil Ferris è presente al salone. Della maestra del disegno con la penna bic la Galerie Martel espone alcuni disegni del secondo volume di quest’opus. Vicino ai lavori della statunitense, quelli dell’italiana Gabriella Giandelli. Autrice di fumetti, che padroneggia perfettamente la matita morbida, dando vita a illustrazioni dove il dettaglio abbraccia colori accesi in una suggestiva osmosi.

La galleria Younique presenta le opere di Priscilla Beccari, artista visiva e musicista che ha rappresentato la Repubblica di San Marino alla Biennale di Venezia nel 2017. Il suo lavoro evoca spesso il ruolo sociale, culturale e politico delle donne.

Camille Chastang,  incontrata alla Fondazione Bullukian di Lione, investe completamente una parete dello stand della galleria Double V con i suoi motivi floreali, in cui si trovano insetti e uccelli si riposano e donano una terza dimensione a questo insieme. (foto d’apertura)

Bologna rappresenta l’Italia

Partecipano al salone tre gallerie bolognesi. La CAR che presenta una grande installazione di Julia Haumont, formatasi nella bottega di Jean-Michel Alberola e per la ceramica con Claude Dumas. A questo abbina l’elemento tessile che gioca un ruolo importante nel suo lavoro.

La Galleria Studio G7, alla sua terza partecipazione al salone, presenta anche quest’anno Giulia Dall’Olio, artista che indaga il processo di antropizzazione attraverso la pittura e disegno e la copia d’artisti francesi Anne e Patrick Poirier. Con loro, sono esposte anche le opere di Flavio de Marco, Franco Guerzoni, Silvia Listorti. Mentre, Labsgallery propone un focus sull’artista Greta Schödl. Al centro della sua pratica alcuni temi come lo spazio e tempo, creando un’armonia fatta di silenzio naturale termini di composizione e significato.

Julia Haumont, galleria CAR, Drawing Now Art Fair 2024, Carreau du Temple, Parigi, 2024 © Cristina Biordi

Il Premio Drawing Now 2024

Drawing Now da tredici anni premia il lavoro di un artista presentato in fiera. Mercoledì 20 marzo, premio è stato attribuito a Tatiana Wolska, le cui opere evocano elementi vegetali, animali, minerali, microbi o addirittura organi, lasciando libera l’interpretazione allo spettatore.

Scelta tra la rosa di finalisti composta da Caroline Corbasson, Stéphanie Mansy, Catherine Meurisse e Marine Pagès. Vincitrice lo scorso anno è stata Suzanne Husky, presente nello stand della Galerie Alain Gutharc, la cui mostra Le Temps profond des rivières (Il tempo profondo delle riviere) è attualmente in corso a Parigi al Drawing Lab fino al 7 aprile 2024.

Articoli recenti

condividi su

Si chiude la 11a edizione del Festival de la Cinémathèque
Intervista a Simona Loria, finalista MarteLive: attraverso la moda racconta storie di forza e resilienza
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Drawing Now Art Fair 2024: torna a Parigi il disegno contemporaneo

Published On: 22 Marzo 2024

About the Author: Cristina Biordi

Tempo stimato per la lettura: 14 minuti

Come ogni anno, la Primavera a Parigi porta con sé i colori del disegno contemporaneo della Drawing Now Art Fair. Il salone, che si tiene al Carreau du Temple, dal 21 al 24 marzo 2024. Divisa in tre settori (General, Insight, Process), la 17esima edizione ospita 73 gallerie di 14 nazionalità e 300 artisti diverse, tra cui talenti promettenti e nomi storici.

Diversità e vitalità del disegno contemporaneo

Per approfondire la scoperta del disegno contemporaneo, Drawing Now Art Fair sfrutta l’energia dell’edizione scorsa e accoglie il 40% di nuove gallerie. Il salone moltiplica gli eventi proponendo un programma associati attorno ad una mostra, un simposio e conferenze.

Fedele alla sua missione, quella mostrare tutta la diversità e la favolosa vitalità del disegno contemporaneo, giovedì 21 marzo si tiene un simposio che riunisce ricercatori, curatori di mostre, direttori di istituzioni, artisti di varia provenienza sul disegno nel 2024. Educazione e pubblico, disegno e società, nuove tecnologie e scienze: gli appuntamenti della fiera offrono una larga panoramica su questo mezzo che continua a reinventarsi con i tempi.

Emil Ferris, Galerie Martel, Drawing Now Art Fair 2024, Carreau du Temple, Parigi, 2024 © Cristina Biordi

Disegno e animazione. Insight e Process

«In che modo l’animazione contribuisce al disegno contemporaneo e viceversa?»: è la domanda che si pone Joana P.R. Neves, direttrice artistica della fiera e curatrice della mostra Animazione: meccanica della mente, che si tiene sempre al Carreau du Temple. Frutto di una collaborazione con il Frac Picardie, riunisce opere animate e disegni di artisti visivi e animatori: Massinissa Selmani, Éléonore Geissler, Catharina van Eetvelde, Sébastien Laudenbach, Inci Eviner, Ugo Arsac, Yoriko Mizushiri e Fabien Granet.

Seguendo le opere animate lungo le scale che conducono al livello inferiore, i visitatori scoprono i due settori Insight e Process. Nel primo i visitatori scoprono nuovi artisti, francesi o internazionali, mentre il secondo è dedicato ai nuovi modi di disegnare contemporaneo. Mentre, al livello superiore, il Percorso parallelo offre a uno sguardo speciale alle opere singolari.

Percorso parallelo

La 17esima edizione della Drawing Now Art Fair onorare il carattere eccezionale di alcune proposte contemporanee durante tutto il corso Parallasse. Tornerà nel 2024! La parallasse è l’impatto del cambiamento di posizione del pubblico, sull’osservazione di un oggetto. In altri termini, la parallasse è l’effetto del cambiamento posizione dell’osservatore rispetto a ciò che percepisce.

Nel tempo, cambiamo la nostra prospettiva storia, che non solo dà più colore al passato, ma anche nel presente e forse nel futuro. Molto più di un’incursione nel passato, il viaggio rivela il carattere eccezionale o paradigmatico di alcune proposte contemporanee. Così propone al visitatore uno sguardo unico sulle pratiche particolarmente innovativo e meritevole di attuazione contesto.

Priscilla Beccari, galleria Younique, Drawing Now Art Fair 2024, Carreau du Temple, Parigi, 2024 © Cristina Biordi

 

Le donne sempre più presenti

Diventata famosa grazie al suo graphic novel La mia cosa preferita sono i mostri, la disegnatrice/scrittrice Emil Ferris è presente al salone. Della maestra del disegno con la penna bic la Galerie Martel espone alcuni disegni del secondo volume di quest’opus. Vicino ai lavori della statunitense, quelli dell’italiana Gabriella Giandelli. Autrice di fumetti, che padroneggia perfettamente la matita morbida, dando vita a illustrazioni dove il dettaglio abbraccia colori accesi in una suggestiva osmosi.

La galleria Younique presenta le opere di Priscilla Beccari, artista visiva e musicista che ha rappresentato la Repubblica di San Marino alla Biennale di Venezia nel 2017. Il suo lavoro evoca spesso il ruolo sociale, culturale e politico delle donne.

Camille Chastang,  incontrata alla Fondazione Bullukian di Lione, investe completamente una parete dello stand della galleria Double V con i suoi motivi floreali, in cui si trovano insetti e uccelli si riposano e donano una terza dimensione a questo insieme. (foto d’apertura)

Bologna rappresenta l’Italia

Partecipano al salone tre gallerie bolognesi. La CAR che presenta una grande installazione di Julia Haumont, formatasi nella bottega di Jean-Michel Alberola e per la ceramica con Claude Dumas. A questo abbina l’elemento tessile che gioca un ruolo importante nel suo lavoro.

La Galleria Studio G7, alla sua terza partecipazione al salone, presenta anche quest’anno Giulia Dall’Olio, artista che indaga il processo di antropizzazione attraverso la pittura e disegno e la copia d’artisti francesi Anne e Patrick Poirier. Con loro, sono esposte anche le opere di Flavio de Marco, Franco Guerzoni, Silvia Listorti. Mentre, Labsgallery propone un focus sull’artista Greta Schödl. Al centro della sua pratica alcuni temi come lo spazio e tempo, creando un’armonia fatta di silenzio naturale termini di composizione e significato.

Julia Haumont, galleria CAR, Drawing Now Art Fair 2024, Carreau du Temple, Parigi, 2024 © Cristina Biordi

Il Premio Drawing Now 2024

Drawing Now da tredici anni premia il lavoro di un artista presentato in fiera. Mercoledì 20 marzo, premio è stato attribuito a Tatiana Wolska, le cui opere evocano elementi vegetali, animali, minerali, microbi o addirittura organi, lasciando libera l’interpretazione allo spettatore.

Scelta tra la rosa di finalisti composta da Caroline Corbasson, Stéphanie Mansy, Catherine Meurisse e Marine Pagès. Vincitrice lo scorso anno è stata Suzanne Husky, presente nello stand della Galerie Alain Gutharc, la cui mostra Le Temps profond des rivières (Il tempo profondo delle riviere) è attualmente in corso a Parigi al Drawing Lab fino al 7 aprile 2024.

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO