Pugh John

About the Author: Redazione ViviCreativo

Published On: 1 Febbraio 2017

Tempo stimato per la lettura: 1,3 minuti

(California – USA)

“Ho scoperto che il “linguaggio dell’illusione visiva” a grandezza reale, mi permette di comunicare con un pubblico molto ampio. Sembra quasi universale il divertimento che trovano le persone nell’essere ingannate visivamente  ”

Inizia a creare murales dal 1970, sviluppando un particolare stile che è stato definito “illusionismo narrativo”. Quando crea un murales, John calcola anche gli aspetti e le caratteristiche del luogo che dovrà ospitare l’opera. A lui piace giocare con il contesto circostante in modo da creare un paradosso.
L’obiettivo è coinvolgere lo spettatore all’interno di un viaggio che lo trasporta dalla realtà al nuovo spazio inventato.

Così sono concepite le sue creazioni, su più livelli, per fare in modo che il tutto diventi una narrazione.

Ha frequentato la California State University di Chico ricevendo anche dei premi per il suo talento.
Ha lavorato molto negli Stati Uniti, Taiwan, Nuova Zelanda, grazie a numerose commissioni pubbliche e private. Vive in California, a Santa Cruz.

“Gli artisti devono essere consapevoli che il loro lavoro può essere un ponte tra culture diverse.
L’arte pubblica è fonte di estremo interesse per me, in quanto è una potente forma di comunicazione. Collega le persone, stimola un senso di orgoglio per l’artista che deve introdurre lo spettatore all’interno di idee e prospettive nuove.

 

Articoli recenti

condividi su

Biografia MoneylessMoneyless
Edgar MuellerMueller Edgar
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Pugh John

Published On: 1 Febbraio 2017

About the Author: Redazione ViviCreativo

Tempo stimato per la lettura: 4 minuti

(California – USA)

“Ho scoperto che il “linguaggio dell’illusione visiva” a grandezza reale, mi permette di comunicare con un pubblico molto ampio. Sembra quasi universale il divertimento che trovano le persone nell’essere ingannate visivamente  ”

Inizia a creare murales dal 1970, sviluppando un particolare stile che è stato definito “illusionismo narrativo”. Quando crea un murales, John calcola anche gli aspetti e le caratteristiche del luogo che dovrà ospitare l’opera. A lui piace giocare con il contesto circostante in modo da creare un paradosso.
L’obiettivo è coinvolgere lo spettatore all’interno di un viaggio che lo trasporta dalla realtà al nuovo spazio inventato.

Così sono concepite le sue creazioni, su più livelli, per fare in modo che il tutto diventi una narrazione.

Ha frequentato la California State University di Chico ricevendo anche dei premi per il suo talento.
Ha lavorato molto negli Stati Uniti, Taiwan, Nuova Zelanda, grazie a numerose commissioni pubbliche e private. Vive in California, a Santa Cruz.

“Gli artisti devono essere consapevoli che il loro lavoro può essere un ponte tra culture diverse.
L’arte pubblica è fonte di estremo interesse per me, in quanto è una potente forma di comunicazione. Collega le persone, stimola un senso di orgoglio per l’artista che deve introdurre lo spettatore all’interno di idee e prospettive nuove.

 

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO