Intervista all’illustratrice Federica Ubaldo

About the Author: Redazione ViviCreativo

Published On: 14 Gennaio 2016

Tempo stimato per la lettura: 2,1 minuti

Abbiamo oggi il piacere di intervistare Federica Ubaldo, giovane illustratrice italiana.

  • Ciao Federica puoi raccontarci da dove nasce la tua passione per le illustrazioni e il percorso che hai fatto?

Ho sempre avuto una grande passione per le immagini in generale, da bambina passavo ore ad osservare le fantastiche illustrazioni dei vinili che avevo in casa, e nel tempo libero disegnavo, anche al liceo, nonostante avessi scelto di frequentare lo scientifico. Preso il diploma, nel 2006  mi sono trasferita a Roma per frequentare lo Ied, che a quel tempo era uno dei pochi istituti che aveva un corso di illustrazione.

 

  • C’è qualcuno a cui ti ispiri in particolare?

La pittura e la fotografia surrealista, il cinema di Wes Anderson, le animazioni di Natalie Djurberg, la musica e l’ immaginario di Bjork, la natura.

 

  • Puoi dare un consiglio a un giovane appassionato che vuole intraprendere la carriera da illustratore?

Frequentare un buon corso di illustrazione sicuramente è un buon inizio Dopodichè bisogna lavorare duramente. Il lavoro dell’ illustratore non è facile, bisogna preparasi a ricevere tante batoste, tanti no, ci vuole una fortissima motivazione. Il secondo consiglio che mi sento di dare è essere onesti, autentici. Capire a fondo chi si è, cosa si vuole comunicare  e farlo nel modo più personale possibile.Va benissimo ispirarsi a qualcuno, soprattutto quando si è alle prime armi, ma poi bisogna metabolizzare quelle che possono essere le fonti di ispirazione e trovare un proprio stile, forte e riconoscibile.

 

  • C’è un’illustrazione a cui sei particolarmente legata?

Un’ illustrazione di cappuccetto rosso, un progetto personale che ormai risale a tre anni fa. Quell’ illustrazione rappresenta per me un punto di svolta dal punto di vista stilistico ed anche una presa di coscienza.

 

  • Quali sono i tuoi progetti futuri? Hai già lavori in cantiere?

Attualmente sto lavorando ad un albo illustrato e ad una copertina. Ho ripreso anche a fare incisione su linoleum, una tecnica che mi appassiona moltissimo che avevo accantonato da un po’ di tempo.

Articoli recenti

condividi su

Pixar e gli esperimenti (costanti) con i giovani creativi
Gino e il Gattone - Ezechiele O'BrienI 5 vincitori della seconda edizione #mettitinmostra
SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO

Related Posts

Intervista all’illustratrice Federica Ubaldo

Published On: 14 Gennaio 2016

About the Author: Redazione ViviCreativo

Tempo stimato per la lettura: 5 minuti

Abbiamo oggi il piacere di intervistare Federica Ubaldo, giovane illustratrice italiana.

  • Ciao Federica puoi raccontarci da dove nasce la tua passione per le illustrazioni e il percorso che hai fatto?

Ho sempre avuto una grande passione per le immagini in generale, da bambina passavo ore ad osservare le fantastiche illustrazioni dei vinili che avevo in casa, e nel tempo libero disegnavo, anche al liceo, nonostante avessi scelto di frequentare lo scientifico. Preso il diploma, nel 2006  mi sono trasferita a Roma per frequentare lo Ied, che a quel tempo era uno dei pochi istituti che aveva un corso di illustrazione.

 

  • C’è qualcuno a cui ti ispiri in particolare?

La pittura e la fotografia surrealista, il cinema di Wes Anderson, le animazioni di Natalie Djurberg, la musica e l’ immaginario di Bjork, la natura.

 

  • Puoi dare un consiglio a un giovane appassionato che vuole intraprendere la carriera da illustratore?

Frequentare un buon corso di illustrazione sicuramente è un buon inizio Dopodichè bisogna lavorare duramente. Il lavoro dell’ illustratore non è facile, bisogna preparasi a ricevere tante batoste, tanti no, ci vuole una fortissima motivazione. Il secondo consiglio che mi sento di dare è essere onesti, autentici. Capire a fondo chi si è, cosa si vuole comunicare  e farlo nel modo più personale possibile.Va benissimo ispirarsi a qualcuno, soprattutto quando si è alle prime armi, ma poi bisogna metabolizzare quelle che possono essere le fonti di ispirazione e trovare un proprio stile, forte e riconoscibile.

 

  • C’è un’illustrazione a cui sei particolarmente legata?

Un’ illustrazione di cappuccetto rosso, un progetto personale che ormai risale a tre anni fa. Quell’ illustrazione rappresenta per me un punto di svolta dal punto di vista stilistico ed anche una presa di coscienza.

 

  • Quali sono i tuoi progetti futuri? Hai già lavori in cantiere?

Attualmente sto lavorando ad un albo illustrato e ad una copertina. Ho ripreso anche a fare incisione su linoleum, una tecnica che mi appassiona moltissimo che avevo accantonato da un po’ di tempo.

SEOCHECKER TOOL ANALISI SEO